• Midland

I reduci Midland s'impantanano tra... Le Crete.

CAMPIONATO C/1

IBS LE CRETE 7

MIDLAND G.S. 3


marcatori:

8° p.t. e 8° s.t. Matsumoto (LC), 11° p.t. Baldini (LC), 28° p.t. e 8° s.t. Polvani (LC), 30° p.t. Barbato (M), 32° p.t. Piroli (LC), 7° s.t. Pini (M), 12° s.t. Shuma (LC), 19° s.t. Benfatto (M)



IBS Le Crete

3) Mariottini, 4) Benincasa, 5) Piroli, 6) Tessitori, 9) Shuma, 10) Baldini,

11) Matsumoto, 12) Bindi, 13) Di Tommasi, 15) Polvani, 21) Acciardi.

All. Bernardini


Midland G.S.

1) Cerezuela, 2) Cannito, 3) Fizialetti, 4) Mitrado, 5) Tempesti, 6) Bonini, 7) Pini,

8) Barbato, 9) Biagiotti, 10) Benfatto, 11) Meucci, 12) Becherucci.

All. Dino Del Re


Le Crete - tributo a Del Re e Bonifacio

Bellissima accoglienza per il mister Rosso-blu Dino Del Re che tra le crete senesi ha lasciato ricordi indelebili con il "double" della stagione 2018/19: vittoria nel campionato di C/2 e della Coppa Toscana con proclamazione come miglior allenatore toscano della categoria. Premiazione ed applausi non soltanto per lui, ma anche per Tancredi Bonifacio, purtroppo relegato in tribuna dalla doppia ammonizione ricevuta contro Monsummano, anche lui assoluto protagonista di quella splendida stagione che ha portato la compagine di Rapolano nel massimo campionato regionale.

Dopo il miele dei ricordi per i due ex de Le Crete arriva l'amara realtà per la Midland costretta ad assaltare il "fortino" di Rapolano a ranghi falcidiati dalle squalifiche di Bonifacio appunto, ma anche di Celli (recente autore di una tripletta in Coppa Toscana) e di Lazzarelli che si aggiungono alle altre "storiche" assenze.

Impresa ardua che diventa ancor più difficile dopo solo una manciata di minuti. Finite le schermaglie iniziali con Benfatto e bomber Baldini a scaldare le mani ai rispettivi portieri avversari sono i padroni di casa ad indirizzare a loro favore la contesa. Minuto otto, capitan Polvani serve Matsumoto ed il nipponico fa partire un diagonale imparabile. Tre minuti dopo Baldini fa valere al meglio il suo strapotere fisico e scaglia sotto la traversa il suo tredicesimo sigillo in campionato. Due sberle che annichiliscono la pattuglia Midland che reagisce solo al 19° con i due veterani: Federico Pini serve capitan Biagiotti, ma il tiro del vecchio leone rosso-blu incoccia il palo interno e beffardamente torna in campo. E' la riprova di una stagione nata sotto una cattiva stella.

Col morale ospite ai minimi livelli i pericoli arrivano dall'estremo oriente: Tomie Shuma e Yuki Matsumoto urlano il loro banzai, ma il portiere spagnolo Cerezuela regge agli attacchi giapponesi.

LE CRETE vs MIDLAND - l'entrata in campo

Nulla può, però, al 28° sul bel tiro di Polvani lasciato colpevolmente solo su schema da rimessa laterale. Tre a zero.

Allo scadere Pini inventa un pallonetto che Barbato deposita nel sacco avversario. Potrebbe essere il segnale della riscossa, ma una sfortunata deviazione di Mitrado su tiro di Piroli a pochi secondi dal riposo ristabilisce il triplo vantaggio per i senesi.

Nella ripresa Le Crete provano a chiudere i giochi ma la prorompente azione di Baldini termina con un tiro sul palo ed il portiere iberico salva ancora miracolosamente su Polvani. Allora la Midland può tornare ad illudersi grazie ad un'altra bella incursione di Federico Pini che "spizza" di testa un lancio di Cerezuela e poi ribadisce in rete sulla respinta di Bindi.

Illusione che dura un istante. Il minuto otto ispira Matsumoto che torna a segnare così come fatto nel primo tempo sfruttando un'altra travolgente azione di Baldini. L'orologio non compie interamente un giro di lancetta ed anche Polvani trova la strada per la sua personale doppietta.

Non c'è neanche il tempo per capire cosa è successo che un banale errore difensivo permette anche a Shuma di iscriversi nel tabellino dei marcatori.

Per chi avesse perso il conto... in tre minuti dal 4 a 2 al 7 a 2 e partita virtualmente conclusa, tanto più che un minuto dopo un intervento di Mitrado viene punito con particolare severità con il rosso diretto.

Il risultato finale viene sancito da una bellissima azione in velocita sull'asse Pini, Biagiotti, Benfatto che permette al giovane pivot "emmecerchiato" di siglare il suo primo gol in campionato.

Poi, ancora un palo per un pimpante "Pieffesette" da una parte ed una traversa su tiro libero per Baldini che non riesce a raggiungere Sireno in vetta alla classifica dei cannonieri.

Tempesti, Meucci, Cannito - l'Academy in C/1

Sopra il cielo dei fiorentini continuano ad incombere nuvoloni neri come la pece, ma raggi di sole arrivano dall'Academy Midland: seconda apparizione in una settimana del 2004 Filippo Tempesti (gran bell'approccio nel mondo dei grandi per lui), esordio di Mattia Meucci (altro minorenne arrivato alla corte di Dino Del Re) e presenza nei "dodici" del 2003 Davide Cannito che ha percorso tutte le tappe nella società di Luca Marè dall'Under 13 alla C/1! Ancor più dei risultati questa è la vera "mission" Midland e motivo di orgoglio sia per il Presidentissimo che per Pasquale Barbato che si è già trovato a giocare fianco a fianco con ben cinque dei suoi "alunni" dell'Under 19.


Il Panda


95 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti