• Midland

Midland: prima sconfitta della stagione.

CAMPIONATO C/1

LA 10 LIVORNO 7

MIDLAND G.S. 4


marcatori:

2° p.t. Bonifacio - aut (L), 7° p.t. e 18° s.t. Bonifacio (M), 17° p.t. e 15° s.t. Sireno (L),

25° p.t. Barbato (M), 28° p.t. e 15° s.t. Falleni (L), 18° s.t. e 32° s.t. Raddi (L), 26° s.t. Biagiotti (M)


La 10 Livorno

1) Vernace, 2) Sireno, 5) Falleni, 6) Pittaro, 7) Raddi, 8) Principato, 9) Colucci,

11) Fakkak, 12) Verani, 14) Di Siena, 15) Cipriani, 16) Bruna.

All. Francesco Agosti


Midland G.S.

1) Benassai, 2) Lazzarelli, 3) El Oualja A., 4) Mitrado, 5) Celli, 6) Benfatto, 7) Pini,

8) Barbato, 9) Biagiotti, 10) El Oualja M., 11) Bonifacio, 22) Casini.

All. Dino Del Re



L'entrata all'Arena Astra di Livorno

Non è stata una partita di futsal, non poteva esserlo. Non per colpa delle due compagini che si sono affrontate con determinazione in un rettangolo di gioco dalle dimensioni ridottissime (tanto per intendersi, invece dell'ottimale 40x20 parliamo probabilmente di un 25x15).

Badate bene, non vuole essere una giustificazione alla prima sconfitta stagionale dei ragazzi di Dino Del Re, tra l'altro contro una formazione di qualità che merita di poter giocare le partite casalinghe in ben altro impianto, bensì all'incapacità del cronista di commentare un incontro con dinamiche assai diverse da quelle abitualmente usate nella narrazione del massimo campionato regionale.

Certo, in questa sfida a "supera il centrocampo e tira" per la Midland sarebbe stato fondamentale poter contare su uno dei suoi maggiori punti di forza la "saracinesca iberica" Emmanuel Cerezuela ed invece sia il portierone di Almeria che il suo secondo Becherucci devono assistere da bordo campo nell'angolo riservato... all'Infermeria Midland. Tocca invece a Tommaso Casini, all'esordio assoluto in maglia rosso-blu, difendere il fortino. La sua prova è egregia, ma non sufficiente a portare a casa il risultato.

I primi due minuti sono da incubo per la Midland. In rapidissima successione: parata di piede di Casini, salvataggio di Celli sulla linea e sfortunatissimo auto-goal di Bonifacio su cross di Sireno.

Poi gli ospiti iniziano a raccapezzarsi e trovano il pareggio al settimo su una delle pochissime azioni da futsal viste nella serata: Tancredi Bonifacio si propone in avanti, triangola con Mounir El Oualja e trafigge il bravissimo Verani.

Un palo di Mounir da una parte ed un montante esterno di Di Siena dall'altra fanno da preambolo ad altre tre reti. Di nuovo in vantaggio i livornesi con la conclusione di Sireno al 17°, pareggio Midland col diagonale di Mounir ribadito in rete da Barbato al 25° e labronici per la terza volta avanti grazie al tiro di Falleni con deviazione che inganna Casini al 28°. Ricapitolando, il tempo finisce con i giallo-neri in vantaggio per tre a due.

Al ritorno in campo i fiorentini appaiono molto più intraprendenti rendendosi pericolosi con Mitrado, due volte con El Oualja senior e con Barbato, ma proprio nel momento migliore degli ospiti due ceffoni impartiti nel giro di pochi secondi dai soliti Sireno e Falleni instradano definitivamente il risultato a favore dei livornesi.

Il resto è contorno, anche se trattasi di un contorno ricco di reti. Midland si avvicina due volte con Bonifacio e con il tiro libero di capitan Biagiotti, ma ci pensa Raddi, entrambe le volte, a tenere a distanza di sicurezza gli "emmecerchiati". Finisce, per chi avesse perso il conto, sette a quattro per La 10 Livorno che dopo l'ottimo pareggio esterno a Fucecchio si iscrive di diritto al club dei favoriti per il campionato.

Midland ridimensionata? Assolutamente no, troppo particolare il contesto in cui è maturata questa sconfitta. L'esame vero sarà il prossimo venerdì al Pala Sancat contro la Vigor Fucecchio, un'altra delle favorite del torneo.

Ed allora, ancor di più, Forza Midland!


Il Panda

97 visualizzazioni0 commenti